Posts

libri Borges

Il migliore amico di Borges

Questa è la prima parte di un articolo uscito per Finzioni Magazine. Qui intero. Qui la seconda parte. Qui la terza parte.

[…] Quelli che mi lasciano proprio senza fiato sono i libri che quando li hai finiti di leggere e tutto quel che segue vorresti che l’autore fosse tuo amico per la pelle e poterlo chiamare al telefono tutte le volte che ti gira. […].
(Il giovane Holden, Jerome David Salinger)

“Poterlo chiamare al telefono tutte le volte che ti gira”.
Figuriamoci. Applicato ai fattori Jorge Luis Borges, Julio Cortázar oppure Roberto Bolaño il ragionamento avrebbe coinciso con un’accelerazione drastica del concetto e del reato di stalking e con il mio arresto.
Ma loro ne avevano ben donde. Loro si chiamavano Adolfo, Paco e Mario e sono stati per Borges, Cortázar e Bolaño quella persona e quell’amico: il migliore. Read more

julio cortazar

Quando Cortázar non era Cortázar

Amiche, Amici, Simpatizzanti: buon anno!

Lo sapete qual è stato l’ultimo libro che ho letto nel 2015? È stato I Re di Julio Cortázar. Un libro che non avevo mai letto e che – chissà – avevo sottovalutato. Un libro la cui genesi è parecchio Cortázar.

Leggenda narra che a bordo di un colectivo – piccolo ed economico autobus argentino – Julio Cortázar sentì la presenza di qualcosa di insolito e che infine si rilevò pura mitologia greca. Il mito del Minotauro: Teseo, Arianna, il labirinto, quella roba lì. Ma al rovescio. E allora il Minotauro diventa l’artista, l’eccentrico, lo straordinario che la società si affretta a relegare, rinchiudere, circoscrivere e, finalmente, uccidere. Attraverso Teseo, braccio armato dello Stato, al soldo di Minosse, il Re. Read more

cortazar bisessuale

Il bisessuale Julio Cortázar

Julio Cortázar era bisessuale e per questo motivo contrasse l’Aids e morì.

Oggi l’internet – Rivista Studio – pubblica un servizio su Harold Bloom, critico letterario di una certa rilevanza, professore emerito a Yale, solennità accademiche qui e là, otto decadi e un lustro in funzione della letteratura dalla quale ha cavato idee chiarissime e giudizio caustico.

Harold Bloom sembra Borges ma più ebreo, più conformista e meno cieco.

No, va beh.

Per dire che Bloom e Borges condividono affinità letterarie, sono quel lettore, quella letteratura (Shakespeare, Alighieri, Cervantes e i tedeschi e gli inglesi e i francesi e pochissime donne), quel classicismo, quel formalismo. Read more

racconti borges

Jorge Luis Borges!

Un giorno di marzo oppure di aprile mando una mail ad alcuni amici appassionati di letteratura latinoamericana e dico loro Vecchie spugne che ne dite di scegliere un macrotema buttare giù una domanda ciascuno rispondere alla domanda nostra rispondere alla domanda degli altri e parlarci addosso come non ci fosse un domani?

Con mia grande sorpresa dicono che va bene.

Il macrotema è Jorge Luis Borges e questa si chiama Intervista Circolare, puntata zero.

Grazie, in rigoroso ordine alfabetico cognomesco a: Sebastiano Iannizzotto, Luca Mignola, Alfredo Zucchi.

E un grazie speciale a Carolina Crespi, che arriva in ritardo, ma arriva (e che ci ha regalato una domanda super). Read more

racconti Borges

Dieci racconti di Jorge Luis Borges

Secolo Corta torna con una faccia à la Ibrahimović e un articolo saturo d’insolenza (gaia e simulata).

Sentite qua: dieci racconti di Jorge Luis Borges.

Sottotitolo: Chi di tassonomie ferisce, ça va sans dire, di tassonomie perisce.

DISCLAIMER

Sono state prese in esame – dal mio gatto, Arturo Bandini, e dal sottoscritto – le quattro raccolte di racconti più celebri di JLB, in ordine di pubblicazione: Storia universale dell’infamia (1936), Finzioni (1944), L’Aleph (1949) e Il libro di sabbia (1975).

Non è una graduatoria, ci mancherebbe.

Distinguerne dieci è azzardo sufficiente. Read more

Maria Luisa Bombal

María Luisa Bombal, enormísima mimosa

Eccoci, amiche cortázariane e amici cortázariani!

Dovete sapere che per la festa della donna mentre tutto il mondo era su Facebook a fare gli auguri alle mogli fidanzate mamme sorelle zie nonne come se importasse a qualcuno anziché a loro, mi sono regalato la lettura de L’ultima nebbia di María Luisa Bombal, misconosciuta scrittrice cilena che piaceva a Borges e Neruda. Read more

letteratura latinoamericana

Perché ci piace la letteratura latinoamericana?

Vecchie spugne cortázariane: buongiorno!

Eccoci a febbraio, un mesto mese per noialtri adepti, un po’ di numeri: tra sette giorni saranno trent’anni dalla morte del centenario di Banfield: 12 febbraio 1984, non ero ancora nato.

Ma ricacciamo indietro i cattivi pensieri e domandiamoci per quale motivo ci piaccia così tanto la letteratura latinoamericana.

Perché è un inganno dello spazio-tempo, perché è un’altra possibile letteratura europea, a testa in giù. Read more

julio cortazar

Cent’anni di Julio Cortázar

i primi cento anni di Julio Cortázar valgon bene un blog, cavolino.

abbiamo una decina di mesi per festeggiarlo, scrivendo di lui, dei suoi libri e delle nostre esperienze di lettori di Julio Cortázar.

lo farò attraverso una rubrica su quella gran figata di Finzioni Magazine e poi assieme, molto assieme, tutti i contributi possibili e immaginabili del “Julio Team” sparso lungo lo Stivale e quello che ci verrà in mente: letture collettive, traduzioni, concerti di musica jazz, concerti di musica classica, film, quello di Michelangelo Antognoni e quell’altro scritto con Ignacio Tankel, qualsiasi cosa, insomma, qualsiasi cosa omaggi quel fenomeno che all’anagrafe faceva Julio Florencio Cortázar Descotte. Read more