Allo Google. Negli store l’applicazione di messaggistica istantanea

Allo.

It’s me, Google.

C’era una volta la messaggistica istantanea nata, pensata e sviluppata per scambiare messaggi, e grazie tante.

Allo, l’applicazione di messaggistica istantanea di Google, esce oggi, 21 settembre 2016, negli store digitali con l’obiettivo manifesto di farsi veicolo ecumenico per le esigenze degli internauti. Conversare, consultare, acquistare, named it. Senza uscire da Allo e senza smettere di comunicare. (sul Play Store, al momento, è possibile registrarsi in attesa dell’imminente rilascio dell’applicazione).

L’intelligenza artificiale di cui è dotata Allo ha una buona parola per tutti. È un bot. Un robot che utilizza le emoticon e risponde a brevi frasi e a richieste di informazioni.

“Ristoranti vicini”. “Notizie sportive”. “Meteo”. Curiosità simili. E istantanee, appunto. Un bot di compagnia.

Allo Google uscita

Un bot di compagnia e sociale che interviene nelle chiacchierate a più tastiere, con gli amici. Basta interpellarlo digitando @google e lui – taaac – subentra. È l’amico realmente nerd che tutti vorremmo. È come andare in giro con Dustin Hoffman in tasca.

Oltretutto umile.

L’intelligenza artificiale di Google è in formazione perpetua. Se sbaglia a fornire un’indicazione o se la risposta non soddisfa la query dell’utente, quest’ultimo può appioppare un sempreverde pollice basso per manifestare la propria insoddisfazione. A quel punto Google chiederà di essere istruito e memorizzerà le informazioni per non replicare in futuro il medesimo picche. Ricorda un po’ questa cosa.

Allo Google

Altra funzionalità interessante: la modalità incognito. Con la modalità incognito la chat è criptata e la tracciabilità delle conversazioni limitata nel tempo. Insomma, si cancella dopo un tot di secondi (a discrezione dell’utente).

Attraverso Allo è infine possibile modificare la dimensioni del carattere, utilizzare adesivi e disegnare sulle immagini.

Qui c’è l’ottimo servizio di Business Insider.

Se ti chiedi cosi ci faccia un articolo del genere su un sito che parla principalmente di libri. Beh, ottima domanda. (è un esperimento barra tentativo Seo. Mi serve per testare, ecco).

0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *